I clienti istituzionali sono pregati di cliccare sul link in basso per conoscere i nostri servizi rivolti a consulenti finanziari, hedge fund, compliance officer e altri profili istituzionali.

Consegna, esercizio e operazioni societarie

I CFD sono strumenti complessi la cui negoziazione implica un alto rischio di subire rapide perdite di denaro a causa della leva finanziaria.

Il 60.5% degli investitori al dettaglio che negoziano CFD tramite IBKR (UK) subisce perdite.

Le raccomandiamo di valutare la sua effettiva comprensione del funzionamento dei CFD e la sua capacità di far fronte a un alto rischio di perdite.


Operazioni societarie su CFD


Notifica relativa alla normativa dello US Internal Revenue Service, sezione 871 (m)

A partire dall'1 gennaio 2017 IB ha l'obbligo di trattenere le imposte sui dividendi su posizioni long relativi ai CFD su azioni statunitensi, riflettendo l'aliquota applicabile al Paese di residenza di ciascun investitore. In passato IB ha pagato le imposte sui dividendi sulle proprie operazioni di copertura, trasferendo ai clienti i dividendi netti risultanti indipendentemente dal loro domicilio. In altre parole, tutti i clienti hanno ricevuto l'aliquota della convenzione fiscale applicabile a IB.

Il requisito di ritenuta alla fonte si applica solamente alle posizioni aperte dopo l'1 gennaio 2017. Le posizioni aperte prima dell'1 gennaio non incorreranno in alcuna ritenuta alla fonte né altro adeguamento fiscale.

I CFD su indici sono esenti dal nuovo requisito di ritenuta alla fonte statunitense. Di conseguenza, IB corrisponderà i dividendi dei CFD su indici statunitensi su base lorda, senza la ritenuta alla fonte né l'adeguamento fiscale precedentemente applicato.

Per chiarezza, tutti i CFD su azioni e indici non statunitensi continueranno a distribuire dividendi netti in base all'aliquota di IB applicabile.

CFD su indici

Dividendi

Indici non statunitensi

I dividendi sono riflessi come un conguaglio in denaro sulla base dei dividendi ordinari distribuiti dai componenti degli indici dei prezzi. Il conguaglio rifletterà le aliquote applicabili secondo la convenzione fiscale. I dividendi maturano alla data di stacco cedola dell'azione sottostante, e sono regolati alla data di pagamento. Non sono previsti pagamenti né adeguamenti fiscali per gli indici di redditività globale.

Indici statunitensi

I CFD di IB basati sugli indici statunitensi distribuiscono dividendi su base lorda, senza ritenuta alla fonte né altro adeguamento fiscale.

Il broker effettua un conguaglio sulla base dei dividendi ordinari corrisposti dai componenti di ciascun indice. I dividendi maturano alla data di stacco cedola dell'azione sottostante, e sono regolati alla data di pagamento.

Operazioni sul capitale

IB non provvede all'adeguamento dei CFD su indici per le operazioni societarie. Le operazioni societarie che incidono sui componenti di un indice si riflettono direttamente nel livello dell'indice.



CFD su azioni

Sintesi sui dividendi e le operazioni societarie

In caso di operazioni societarie sul titolo sottostante di un CFD, in genere, il broker rifletterà l'impatto economico dell'operazione societaria per i titolari del CFD come se questi ultimi detenessero il titolo sottostante nel proprio portafoglio. Ciò avviene tramite un conguaglio, un adeguamento della posizione, una consegna di un nuovo titolo o CFD, o tramite una combinazione delle tre. Qualora l'operazione societaria si riveli complessa e il broker non sia in grado di definire un adeguamento accurato, la posizione sul CFD potrebbe essere chiusa prima della data di stacco cedola.


Esempi di gestione di operazioni societarie

Tipologie Adeguamento
Dividendi ordinari Conguaglio
Dividendo straordinario Conguaglio
Emissione di dividendi azionari e/o bonus Adeguamento di posizioni1
Emissione negoziabile riservata agli azionisti Conguaglio. Il valore dell'emissione è accreditato alla data di stacco cedola riflettendo il prezzo di apertura dell'emissione.
Riacquisto di azioni I titolari di CFD non partecipano. Estinzione2 comunemente applicata.
Frazionamento azionario Adeguamento di posizioni1
Scorporo/scissione Posizione in un nuovo CFD, posizione in un nuovo titolo, conguaglio, o una combinazione delle tre. Estinzione2 comunemente applicata.
Fusioni, acquisizioni, offerte Posizione in un nuovo CFD, posizione in un nuovo titolo, conguaglio, o una combinazione delle tre. Estinzione2 comunemente applicata.
Consolidamento legale (nuova entità) Posizione in un nuovo CFD, posizione in un nuovo titolo, conguaglio, o una combinazione delle tre. Estinzione2 comunemente applicata.

N.B.:

  1. Si veda la gestione di azioni frazionate.
  2. Si veda la gestione dell'estinzione di posizioni.


Gestioni specifiche

Adeguamento di azioni frazionate

Qualora un'operazione societaria determini il frazionamento di una posizione, la componente del frazionamento può essere rappresentata come un conguaglio indipendente dalla gestione della posizione non frazionaria. Il valore dell'adeguamento sarà uguale alla posizione frazionaria moltiplicato per il prezzo di chiusura adeguato del giorno precedente alla data di stacco cedola.


Flusso di cassa del dividendo

L'adeguamento del dividendo è registrato quale dividendo attivo/passivo quando un titolo azionario supera la data di stacco cedola e viene corrisposto/addebitato alla data di pagamento corrispondente quale sottostante.

Qualora vi sia la scelta tra dividendo in contanti e dividendo azionario, IB rifletterà il dividendo quale conguaglio in denaro in sostituzione del dividendo per i titolari di posizioni long su CFD. I titolari di posizioni short potrebbero vedersi addebitare un'indennità, o nuove azioni con una gestione dele azioni frazionarie in contanti.

In genere, i dividendi sono applicati al netto delle ritenute sulle posizioni long, e su base lorda sulle posizioni short. La tabella sottostante mostra i tassi previsti per le posizioni long su CFD. Si prega di notare che:

CFD su azioni non statunitensi

  • Per ciascuna posizione su CFD IB mantiene una posizione equivalente nell'azione sottostante come copertura. Quando l'azione sottostante corrisponde un dividendo, IB riceve tale dividendo e ne corrisponde il valore economico al titolare del CFD.
  • Dato che il dividendo attuale è corrisposto a IB, l'aliquota fiscale è il tasso che si applica a IB, nella maggior parte dei casi l'aliquota prevista dalla convenzione. Es. il Paese di residenza del cliente titolare del CFD non incide sull'aliquota.
  • IB trasmette il dividendo netto ai clienti titolari di CFD sotto forma di pagamenti in sostituzione dei dividendi, che non rappresenta un dividendo ai fini fiscali. I clienti sono invitati a consultare il proprio consulente fiscale per comprendere le implicazioni vigenti nel proprio Paese e le relative circostanze

CFD su azioni statunitensi

  • Per quanto IB continui a mantenere una posizione equivalente nell'azione sottostante come copertura, non corrisponde più la ritenuta sul dividendo stesso. Al contrario, trasferisce il dividendo ai clienti su base lorda e trattiene le imposte in base a un'aliquota applicata separatamente a ciascun cliente a seconda del Paese di residenza dello stesso e alle eventuali convenzioni fiscali ivi applicabili.
  • L'imposizione alla fonte è un'imposizione fiscale a tutti gli effetti e i clienti sono vivamente invitati a consultare il proprio consulente fiscale in merito alle implicazioni derivanti da questa modifica.
  • I CFD su azioni statunitensi prevedono il pagamento di fatto da parte dei clienti delle stesse imposte sui dividendi previste in caso di possesso della quota fisica.


Paese di applicazione del dividendo Aliquota
Australia 0%
Belgio 15%
Cina 10%
Repubblica Ceca 15%
Danimarca 15%

Paese di applicazione del dividendo Aliquota
Finlandia 15%
Francia 15%
Germania 15%
Hong Kong 0%
Giappone 10%

Paese di applicazione del dividendo Aliquota
Paesi Bassi 15%
Norvegia 15%
Portogallo 15%
Singapore 0%
Spagna 15%

Paese di applicazione del dividendo Aliquota
Svezia 15%
Svizzera 35%
Regno Unito 0%
Stati Uniti Aliquota individuale


Azioni che, di norma, portano a cambiamenti di posizione (frazionamenti, raggruppamenti, riacquisti di azioni, scorpori, fusioni)
  • Nel caso in cui un'operazione societaria comporti la creazione di nuovi titoli azionari sul sottostante esistente, il broker creerà ulteriori CFD (adeguamento di posizioni) in modo coerente con il mantenimento della posizione nel titolo sottostante.
  • Qualora l'operazione societaria porti alla creazione di una nuova entità quotata in borsa, e il broker decida a propria discrezione di includere le nuove quote azionarie nella propria offerta generale di CFD, allora il broker metterà in atto l'operazione societaria creando CFD aggiuntivi sul nuovo titolo.
  • In caso di riacquisto o altra offerta parziale, l'azione viene messa in atto per riflettere la performance di un investitore nel titolo sottostante, incluso un adeguamento della posizione residuale, un conguaglio per le posizioni accettate, dove il tasso di accettazione si basa sul tasso di accettazione annunciato dalla società emittente per tutti gli azionisti. Potrebbero essere assegnati CFD alle posizioni short.

Estinzione di posizioni

Qualora il broker non sia in grado, a proprio insindacabile giudizio, di definire una gestione trasparente ed equa dell'operazione societaria, allora provvederà a estinguere il CFD prima della data di stacco cedola dell'evento. Il broker provvederà ad annunciare le estinzioni il prima possibile. La chiusura delle posizioni viene valutata al prezzo di chiusura alla data di estinzione.


Condizioni generali di estinzione di contratti per differenza

Il broker può decidere di estinguere un contratto per differenza per diversi motivi qualora, a proprio giudizio, ritenga che il CFD non sia più in grado di rappresentare adeguatamente il valore economico dello strumento sottostante. Ciò può verificarsi nell'eventualità del verificarsi di alcune operazioni societarie sopra indicate. Il broker può anche decidere di estinguere il CFD in altre circostanze, per esempio, ma non esclusivamente, in caso di illiquidità del titolo sottostante, mancanza di sufficiente e adeguata possibilità di prestito nel titolo sottostante, insolvenza, scioglimento o delisting del titolo sottostante.